Presentazione - FOSSA BOVA

ASSOCIAZIONE
Vai ai contenuti

Menu principale:

Presentazione

FLORA E FAUNA > FAUNA


FAUNA delle zone umide
Introduzione


Attorno a casa nostra si nasconde spesso un mondo animale affascinante e poco conosciuto, che però è a portata di mano e di occhio, a patto di avvicinarvisi con attenzione e rispetto. Gli animali sono di solito diffidenti nei confronti dell’uomo, spesso a ragione, ma anche se non siamo in grado di vederli direttamente, è possibile accorgerci della loro presenza dalle tracce che lasciano. Ci sono alcuni piccoli accorgimenti che possono aiutarci nella nostra osservazione sul campo: prima di tutto, il silenzio e la circospezione nei movimenti.
Ricordiamoci che gli abitanti di una siepe ci vedono ben prima che noi vediamo loro, quindi armiamoci di pazienza e soprattutto cautela.

Sarebbe bene non vestirci con colori sgargianti, avere a portata di mano un binocolo e un blocchetto per prendere nota di quello che vediamo.
Ok anche a una macchina fotografica! Una buona guida può aiutarci nell’identificazione delle varie specie.

Di seguito, vengono date alcune indicazioni circa alcuni gruppi di animali che possono abitare le zone di risorgiva della pianura, come la Fossa Bova. Ricordiamo che un ambiente naturale ospita moltissimi animali, che però non possiamo pretendere di osservare come se fossimo allo zoo, e che a volte una sola escursione può lasciarci un po’ delusi per il fatto di aver visto "poche cose": quindi, non resta che programmare più visite e adoperare le dovute attenzioni.

Anche se non conosciamo il nome di un certo animale, possiamo sapere molto di lui dalla sua osservazione. Ad esempio, pensiamo ai colori smorti delle femmine e dei piccoli di alcuni uccelli: questo è un accorgimento per mimetizzarsi e sfuggire ai predatori nei momenti della riproduzione, in cui gli animali sono più vulnerabili. Ancora, osservandoil becco di alcuni uccelli capiremo che cosa preferiscono mangiare: becchi robusti serviranno per sbriciolare gusci di frutti come le nocciole, appuntiti serviranno a cercare insetti nelle fessure delle cortecce e così via.
Le zampe palmate della nutria ci dicono che è una buona nuotatrice, ci informano cioè sul suo ambiente, mentre le zampine della talpa fatte come palette ci suggeriscono che ama molto scavare gallerie sotterranee.

In conclusione, muovendo ragionamenti di questo tipo è chiaro che possiamo capire molto di ciò che ci circonda, anche solo con una buona osservazione. Ricordo per finire che non serve portarsi a casa esemplari di animali o piante come souvenir. Meglio fotografarli o disegnarli: è più divertente e inoltre permetteremo agli abitanti non umani di quella zona di continuare ad…abitarla, riprodursi e quindi vivere insieme a noi.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu